aspettando il sole

il sole comincia a scaldare le cose, a cambiare i colori alla terra, cambia anche i nostri di colori quelli visibili, chè gli altri quelli interiori fanno più fatica a prender luce

vorrei che quei centimetri che corrono e quei secondi mai primi fossero dilatati anche nelle socchiuse parentesi che ci abbracciano lasciando entrare gli spifferi

di-stanze* fatte di porte alle quali bussiamo pudici nella brevità dei momenti e che ci inghiottono alla prima luce nuova la stessa dalla quale ci lasciamo oltre-passare, mezzo di trasporto del tempo, noi viaggiatori di esso per ritrovare le parole abbandonate posate lì in attesa di essere… o non essere

*copyright by maximorispetto edit su La Tigna
Annunci

~ di el0so su 7 aprile 2010.

Una Risposta to “aspettando il sole”

  1. si, questo qualcosa, essere, essenza sotto gli strati di pelle e di buio si sveglia lentamente. lo ovattiamo, certe volte lo mettiamo a tacere ma è la prima-vera occasione di partorirlo.
    tessiamo strade, intrecci di storie, crocevie di caso che attraversiamo oppure no. con-tatto.
    parole. vedo ancora danzar le tue come in inverno la neve sui fili della luce, ma è già ricordo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: